fbpx

Camminare per dimagrire: cosa accade nel corpo quando camminiamo?

Camminare per dimagrire: cosa accade nel corpo quando camminiamo?

Camminare per dimagrire, per tonificare, per liberare la mente, per abbattere lo stress, quest’attività si riscopre camminare per dimagrireessere preziosa e dalle mille risorse per riuscire a mantenerci in forma e di buon umore.

Oggi cercheremo di capire cosa succede al nostro fisico quando camminiamo e corriamo. Semplici e naturali azioni di tutti i giorni.

Partiamo dalle nozioni base

La camminata e la corsa sono delle attività aerobiche, quindi attività a bassa intensità e lunga durata e se svolte nelle giuste modalità possono rivelarsi preziosissime per migliorare la funzionalità cardiocircolatoria (nel tempo e costanza può portare alla graduale diminuzione della frequenza cardiaca), respiratoria (facilita l’ossigenazione dei tessuti), metabolica (in quanto attiva il metabolismo e abbassa il senso di fatica) e anche l’umore.

Non a caso ho usato il termine “ camminare per dimagrire ” in quanto, essendo un’attività a bassa intensità, permette di bruciare quei grassi di deposito che si accumulano nelle cellule adipose e non solo gli zuccheri presenti nel sangue e nei muscoli.

Ora entriamo nello specifico

Durante il cammino, il corpo è funzionalmente diviso in due unità.
La prima è il “passeggero”, la seconda il “locomotore”, sebbene in entrambe ci siano movimenti e azioni muscolari, l’intensità del lavoro e del coinvolgimento nel cammino sono differenti.

Il passeggero, che è costituito dal tronco, dalla testa e dalle braccia (ossia da tutta la parte superiore del nostro corpo), riduce al minimo il suo coinvolgimento nella funzione diventando, appunto un passeggero virtuale, responsabile della scelta della direzione e dell’allineamento con l’altra unità. L’azione muscolare del collo e del tronco serve per mantenere in allineamento le vertebre della nostra colonna vertebrale, con i minimi aggiustamenti della postura che servono durante il cammino.
L’oscillazione delle braccia invece, sembra non avere una funzione precisa, e sembra essere dovuta sempre al mantenimento della giusta postura.

Passiamo alla seconda zona o unità, quella più attiva nel movimento, anche detta locomotore. Essa è camminare per dimagrirecostituita dal bacino, dalle anche e dalle gambe (tenendo conto di tutte le articolazioni, le ossa e i muscoli che vanno a definire tali strutture).

L’apparato locomotore vede diverse funzioni fondamentali:

1. Generale la forza propulsiva per permettere il movimento
2. Mantenere la stabilità, anche con variazioni nella postura
3. Minimizzare gli urti nel contatto delle gambe col suolo
4. Conservare l’energia riducendo il più possibile lo sforzo muscolare.

La deambulazione è quindi data da una successione ciclica di movimenti ritmici alternati che ci consente di spostare in avanti il nostro corpo.

Se ci pensate, camminare, e figuriamoci correre, non è poi così banale per il nostro corpo, anche se una volta dato il via, esso è in grado di procedere in automatico! Si mettono in moto numerosissime strutture, organi e si attivano intere vie metaboliche.

Che differenza c’è tra camminata e corsa?

L’aspetto fondamentale che differenzia, nella postura, la corsa dal cammino è la fase di volo. Durante questa fase, assente nella normale deambulazione, nessun piede rimane appoggiato a terra. Per un breve periodo di tempo il nostro corpo si trova pertanto sospeso in aria.

camminare per dimagrireInoltre nella corsa l’appoggio del piede a terra non avviene in sequenza tallone-punta come nel cammino. E’ la parte esterna del piede a prendere contatto con il suolo in modo da assorbire l’impatto e sfruttare contemporaneamente l’azione dei muscoli estensori.

Parliamo ora di metabolismo

Abbiamo anticipato poco fa che, camminare per dimagrire, è un ottimo punto di partenza. Quest’attività fisica infatti ci permette di bruciare parecchi grassi.

Per farlo al meglio ovviamente il nostro organismo ha bisogno di grandi riserve di energia. Come possiamo facilitargli il lavoro quindi? Di conseguenza come possiamo migliorare le nostre prestazioni in questo ambito?

Il corpo per consumare energia, deve poterne produrre molta, quindi gli organelli che hanno questo ruolo all’interno di ogni nostra cellula (i mitocondri), devono avere ogni elemento a disposizione per poter funzionare al meglio.

E’ necessario fornire all’organismo molta acqua, sali minerali, aminoacidi e vitamine. Nello specifico sono fondamentali:

1. Aminoacidi già in forma libera, di più facile assimilazione, tra cui soprattutto la glutammina, che permette ai tessuti muscolari di ripararsi più rapidamente (si sa che lo sforzo fisico comportano nel tempo il deterioramento delle fibre muscolari).
2. Vitamina C e Magnesio per mantenere in ottima forma le articolazioni e la tonicità a livello di arterie e vasi sanguigni.
3. Complessi di vitamine B per migliorare la produzione di energia.

Camminare per dimagrire e tonificare è quindi possibile, sarebbe meglio farlo con costanza e dando il tempo al corpo di riparare e riposare, soprattutto se la camminata si trasforma in corsa.

Dott.ssa Carolina Capriolo
Biologa Nutrizionista

PS: Se ti ha colpito l’articolo o vorresti approfondire l’argomento lascia pure un commento qui sotto e dicci cosa ne pensi

Questo articolo ha 6 commenti.

  1. camminando per un ‘ora a passo svelto per 5 giorni alla settimana quanto si puo’ dimagrire in un mese’ ,grazie

  2. camminando a passo svelto per un ‘ora al giorno per 5 giorni alla settimana quanto si puo’ dimagrire ogni mese” grazie

    1. Buongiorno Claudio,
      Non è possibile darLe una risposta specifica in quanto le variabili da tenere conto sono diverse: la condizione fisica di partenza, l’alimentazione seguita, il tipo di lavoro svolto, eventuali cause di stress (se presenti). La variazione per altro non va valutata solo in termini di peso, ma anche di circonferenze, ulteriore variabile.

  3. Vorrei che lei faccia un commento anche a la giusta dieta per dimagrire camminando. Io vivo a Cipro e faccio 5km al giorno

    1. Buonasera Andreas,
      Purtroppo non esiste una singola dieta che vada bene per tutti coloro che svolgono come attività fisica la camminata, in quanto essa deve variare a seconda delle necessità specifiche del nostro corpo e del nostro metabolismo. Sicuramente in linea generale la frutta secca (ricca di buoni omega 6), il cioccolato fondente senza zucchero, il cocco, sono tutti alimenti che si possono rivelare altamente preziosi a questo fine. Anche le uova come fonte proteica, sono ottime per produrre una buona quantità di energia. Inoltre è fondamentale bere grandi quantità di acqua.

  4. SECONDO ME è MEGLIO ZAPPARE LA TERRA COME FACEVA MIO NONNO PERCHè USI IL CERVELLO E TUTTI I MUSCOLI POI DAL PIANTE PRODUCI CIBI GENUINI NATURALI CHE CUCINI E RINNOVI ALIMENTANDO TUTTO IL BENESSERE DEL CORPO SPENDENDO ZERO O QUASI

Lascia un commento

Chiudi il menu