fbpx

Combattere l’adiposità localizzata con il movimento

Combattere l’adiposità localizzata con il movimento

adiposità localizzataL’adiposità localizzata si identifica come una concentrazione di grasso corporeo in determinate zone quali fianchi, pancia, cosce o sedere. Queste zone si comportano come serbatoio preferenziale dei lipidi in eccesso che, in individui con stili di vita sedentari e alimentazione non controllata, si depositano ciclicamente accumulandosi. Queste zone presentano quindi una grande concentrazione di cellule adipose rispetto a tutto il corpo e sono più difficili da smaltire a causa di abitudini errate sedimentate.

Vediamo quali sono gli esercizi più adatti a combattere l’adiposità localizzata, zona per zona.

Adiposità localizzata su pancia e fianchi

adiposità localizzataPer dimagrire questa area occorre una buona dose di addominali oltre a una controparte cardiovascolare di movimento da allegare ad ogni sessione. Per lavorare contemporaneamente su entrambi i fronti, potete optare per delle ripetizioni laterali disponendo le braccia piegate dietro la nuca. Un altro esercizio davvero valido è quello delle alzate laterali della gamba, partendo da posizione distesa, sul fianco, mentre l’altra gamba resta distesa a terra. Per la zona addominali e fianchi si consiglia anche di provare con  le alzate posteriori partendo da posizione prona, ginocchia e gomiti a terra, ripetendo prima con una e poi con l’altra gamba.

Glutei e cosce scolpiti con gli squat

Gli squat sono essenziali per tonificare cosce e lato B. Per iniziare basteranno poche ripetizioni, 10 al massimo. Ciò che rende efficace l’esercizio è la costanza con cui lo ripeterete, almeno tre volte a settimana e con un piccolo incremento per ogni sessione. Ricordate di tenere ben dritta la schiena e di non forzare il peso sulle ginocchia ma sui talloni. Molto validi sono anche gli affondi in avanti o indietro, partendo a piedi paralleli e vicini. Sempre per glutei e cosce, disponete gomiti e ginocchia a terra e alzate lateralmente una gamba alla volta, per poi tornare alla posizione di partenza. Anche per questo esercizio, ripetete un numero sempre maggiore di volte. Per motivarvi meglio, datevi un numero di ripetizioni da raggiungere senza fare il minimo sforzo e nell’arco di un mese di allenamento.

Braccia e schiena toniche

adiposità localizzataNon occorre allenare le braccia e la schiena con pesi esagerati, soprattutto se siamo in procinto di iniziare un percorso di allenamento. Per procedere con i primi passi, un esercizio molto efficace è quello di sollevare due pesi leggeri in avanti, avendo cura di mantenere le braccia dritte e parallele al pavimento. Una volta tornati in posizione iniziale, ripetere l’esercizio alzando le braccia lateralmente. Sforzatevi durante il giorno di tenere la schiena ben dritta e le spalle ben aperte. Per correggere la postura errata, servitevi di un manico di scopa e, impugnandolo alle estremità, distendete verso l’alto la schiena. Anche in questo caso, ripetere giova. Siate costanti e sarete premiati!

Altre soluzioni per l’adiposità localizzata

Aiutatevi con il drenaggio e l’alimentazione lavorando su diete e regimi atti a risollevare il metabolismo. La prima cosa da fare è ridurre zuccheri e carboidrati per far posto a fibre e proteine. Sperimentate l’attività fisica mattutina a digiuno e bevete molta acqua. Associate i giusti integratori alle vostre esigenze e i vostri problemi con l’adiposità localizzata, piano piano, svaniranno per sempre.

Silvia Ciuffetelli
Sport-Addicted

PS: Se ti ha colpito l’articolo o vuoi condividere la tua esperienza, lascia pure un commento qui sotto e dimmi cosa ne pensi!

 

Lascia un commento

Chiudi il menu