Il cibo è povero di nutrienti, è vuoto

Il cibo è povero di nutrienti, è vuoto

Il corpo umano tende ad essere sano se in possesso di tutti i nutrienti necessari che dovrebbero in teoria essere assimilati tramite l’alimentazione. E’ ancora possibile oggi fornire al corpo le vitamine, i sali minerali e gli aminoacidi che gli servono?

mondo malato

 

I dati del Vertice di Rio 1992 sulla terra

Dai dati emersi si evince che il suolo si sia notevolmente impoverito negli ultimi cento anni. I suoli con il maggior tasso di esaurimento di minerali sono:

  • Stati Uniti e Canada (- 85%)
  • America Meridionale (- 76%)
  • Europa (- 72%)
  • Australia (-55%)

Con i suoli poveri di minerali, le piante non riusciranno ad ottenere i nutrienti sufficienti. Gli animali erbivori non riceveranno abbastanza nutrienti dall’erba che mangiano. Noi che mangiamo piante e animali ci troviamo nella condizione di avere cibo poveri di nutrienti. Questi dati sono del 1992, i dati di oggi sono notevolmente peggiorati.

Recentemente il Dipartimento dell’Agricoltura Americana degli Usa ha reso nota la diminuzione del valore nutrizionale di frutta e verdura dal 1975 ad oggi:frutta cerotti_300_300

  • Mele: Vitamina A = -41%
  • Frutta: Vitamina C = -31%
  • Broccoli: Calcio e Vitamina D = -50%
  • Cavolfiore: Vitamina B1 = -45%
  • Insalata Verde: Magnesio -85%

Il libro “Not on Label” stima che la perdita di micronutrienti nelle piante sia del 75%.

 

Conseguenze:

Da questi dati si capisce come ci troviamo ad ingerire degli alimenti che pensiamo ci nutriscano e invece ci riempiono solo lo stomaco, ma sono vuoti. Per ottenere le stesse vitamine, minerali e aminoacidi dal cibo dovremmo consumare tutto rigorosamente biologico, fresco appena raccolto e in grosse quantità per riuscire ad ottenere i micronutrienti che ci servono.

E’ chiaro che è molto difficile, ecco perché diventa sempre più importante, oltre ad un’attenta alimentazione, anche un’attenzione verso l’integrazione con un multivitaminico come anche Harvard ha riconosciuto ultimamente.

Alla tua salute,
Francesca Marcon, Biologa

PS: Se pensi che questo articolo potrebbe essere utile ad altre persone condividilo nel tuo social network preferito, aiutaci a diffondere questi dati così importanti per la salute. Lascia anche un commento se vuoi, è molto utile per noi sapere se c’è qualcosa che ti ha dato qualche spunto utile e se ci sono degli aspetti che desideri approfondire.

 

______________

Fonti:

http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/18309763?dopt=AbstractPlus
http://www.nutritionsecurity.org/PDF/NSI_White%20Paper_Web.pdf
http://publications.gc.ca/Collection-R/LoPBdP/BP/bp317-e.htm
Libro “Not on Label” – Felicity Lawrence

Questo articolo ha 4 commenti.

  1. la integrazione alimentaria oggi è indispensabile, ne faccio uso da anni e il risultato è incredibile cosa faccia una nutrizione seriamente equilibrata, grazie.

  2. Sono risultati davvero preoccupanti,pensi di aver mangiato una bella insalata mentre ti sei cibato del nulla,una integrazione è indinspensabile x la nostra salute

  3. Tante grazie per il consiglio alimentare.

  4. Penso e spero che i vostri suggerimenti, mi possano aiutare a capire come si possa sentirsi meglio. Grazie comunque. Ciao

Lascia un commento

Chiudi il menu