fbpx

L’incredibile importanza della vitamina D

L’incredibile importanza della vitamina D

Esiste un fattore estremamente benefico per la tua salute, attualmente molto studiato dalla comunità scientifica perché implicato in innumerevoli meccanismi biologici. Esso è la vitamina D.
vitamina_d 1

Di cosa parliamo?

Per vitamina D si intende un complesso di cinque diverse vitamine liposolubili, denominate D1, D2, D3, D4 e D5. Alcune sono biologicamente più attive (la D2 e D3), ma hanno origine diversa; infatti la D2 o ergocalciferolo ha origine vegetale, la D3 colecalciferolo è sintetizzata dagli organismi animali a partire dal colesterolo. In entrambi i casi viene assunta in forma non attiva e deve subire due reazioni biochimiche per attivarsi. La fonte migliore è l’esposizione solare, questa infatti risulta fondamentale per la sintesi cutanea di vitamina D, purtroppo però l’esposizione dovrebbe avvenire senza protezione solare poiché essa andrebbe a schermare i raggi e a bloccare la produzione di vitamina D dal sole per il 99%.sole1 E’ quindi raro raggiungere dei livelli sufficienti di questo importantissimo ormone senza integrazione.

Quali sono i livelli ideali?

Questo risulta un discorso ancora aperto in ambito scientifico, ma studi recenti affermano che i livelli ottimali di vitamina D da raggiungere siano compresi tra i 60 e gli 80 ng/mL perché possa svolgere al meglio tutte le sue funzionalità . Per raggiungere tali livelli non basta l’esposizione solare ma spesso sarebbe necessario affiancare un’integrazione della forma biologicamente più attiva, la D3. Per quanto riguarda il grado di tossicità, essendo una vitamina liposolubile (quindi un elemento che si accumula a livello di grassi), sembra essere rara sotto livelli pari a 200ng/mL.

Effetti sulla salute

Come ti ho anticipato nell’introduzione, questo fattore è implicato in innumerevoli ambiti anche se all’inizio si pensava che la sua azione fosse confinata esclusivamente al tessuto osseo; in realtà:

1. E’ fondamentale per l’assorbimento di calcio a livello intestinale
2. Aiuta il riassorbimento del calcio e del fosforo a livello del tubulo contorto prossimale nei reni
3. E’ necessario per la deposizione ossea del calcio
4. Legandosi ad uno specifico recettore regola l’espressione di molti geni.
5. E’ essenziale per l’attivazione dei globuli bianchi, quindi per rinforzare il sistema immunitario in caso di infezione batterica o da virus.

E’ stato dimostrato da molti studi scientifici quanto buoni o alti livelli di vitamina D siano correlati con la riduzione dell’incidenza dei casi di tumore al seno (fino al 77%), al colon, alla prostata; dell’incidenza dei casi di diabete, di ipertensione, di malattie cardiovascolari e anche di malattie degenerative come la sclerosi multipla o patologie dello sviluppo.

I suoi co-fattori

Ci sono degli altri elementi la cui presenza è fondamentale per far esprimere l’azione della vitamina D, vengono detti co-fattori, ed è necessario che anche queste componenti siano in quantità sufficienti per non bloccare tutto il grande “ingranaggio” messo in moto dalla stessa vitamina D. Questi sono: magnesio, vitamina K2, zinco e boro.

La vitamina D negli alimenti…

omega2

La possiamo trovare nel fegato, negli oli di pesce e in alcuni pesci marini, come il salmone, le aringhe e le sardine. Altri alimenti un po’ meno ricchi di questa vitamina sono le uova, il burro e il latte.

Per tutti questi motivi l’azione e quindi l’importanza della vitamina D non va assolutamente sottovalutata e una sua eventuale carenza (molto diffusa tra popolazione) non va presa sottogamba, è giusto prendere provvedimenti anche con una sua integrazione.

 

Dott.ssa Carolina Capriolo
Biologa Nutrizionista

PS: Se ti ha colpito l’articolo o vorresti approfondire l’argomento lascia pure un commento qui sotto e dicci cosa ne pensi

Questo articolo ha 19 commenti.

  1. Buonasera dottoressa Capriolo io avevo questa estate 24 di vit D , ho cominciato ad assumere la My d3 Plus e dagli ultimi controlli mi è arrivata a piu di 60 . Grazie alla mia dottoressa che mi ha consigliato di assumerne 2 gocce al giorno e grazie al vostro prodotto . Purtroppo a me la DIBASE non ha fatto nulla , forse ne prendevo poco : 15 gocce 1 v. a sett. sotto prescrizione medica . Mi hanno fatto molto bene anche le 2 confezioni di My Healt , una mattina mi sono alzata ed ho proprio avvertito piu’ energia e piu’ forza …insomma ho sentito proprio il cambiamento . Grazie ai vostri prodotti che ho consigliato ad una decina di persone e che continuo a consigliare . Grazie molte
    Cordiali saluti
    Donatella Mingrino

    1. Grazie mille Donatella per il suo contributo e bel messaggio.
      Dà sempre molta soddisfazione vedere queste testimonianze positive.
      Un caro saluto

  2. l’argomento mi interessa molto. 1°mi è stata riscontrata artrite reumatoide siero positiva con la citrullina che non mi riconoscesce , e difese immunitarie sempre basse.
    L’artrite mi ha procurato necrosi alla testa dei due femori che sono stati sostituiti con intervento chirurgico a poca distanza uno dall’altro.Mi muovo meno con aumento di peso, che tutti sconsigliano, ho iniziato una dieta dimagrante e improvvisamente
    al controllo della Vit.Da febbr. scorso era scesa a 13.Ogni mese assumo DIBASE 25000 U.I al mese e 3 Omega al giorno, non sono arrivata ancora a VIT D. 30.ho altri problemi sicuramente molti dolori. Può centrare con la carenza di VIT D? Il mio non è un commento.

    1. Sicuramente il discorso è molto complesso, e diversi fattori vanno ad incidere sul suo stato di salute, la vitamina D è uno di questi. Per le funzionalità che ha è di estrema importanza cercare di portarla a livelli sufficienti, soprattutto per il ruolo che ha nel sistema immunitario (per l’attivazione dei globuli bianchi), in relazione alla sua malattia ( che non è altro che un’infiammazione cronica che si perpetua nel tempo). Un altro ruolo fondamentale lo svolge la vitamina C.

  3. Dalla moc fatta risulta che per la mia età sono sotto il livello per quanto riguarda l’osteoporosi. Stò prendendo il DIBASE 25.000 U.I.una volta al mese ma vorrei integrare con della vitamina D che non sia sintetica. Mangio poco pesce e prendo poco sole.
    Mi fate sapere che tipo di prodotto avete ed il costo?
    Grazie.

    1. L’integrazione di vitamina D3 (con il Dibase per esempio) non bisogna pensare che faccia male perchè non naturale. L’idea è che assumiamo vitamina D nella forma chimicamente attiva, adatta quindi ad essere assimilata dal nostro corpo. Bisogna far attenzione a non associare il termine “chimico” con un significato esclusivamente negativo, perchè il nostro corpo è un complicatissimo laboratorio dove avvengono milioni di reazioni chimiche e di trasformazioni di sostanze in altre. Reazioni che risultano fondamentali per il funzionamento del nostro organismo. Per quanto riguarda l’integratore ben equilibrato di vitamina D e dei suoi cofattori c’è il My calmag

  4. Leggo sempre con attenzione sulla vitamina D, poiché le mie forze si erano azzerate e dopo un analisi del sangue avevo come valore 9 , 4 mese 11 e a luglio adesso 26. Sto risalendo ma molto lentamente. Ho preso DIBASE 10.000 una volta per settimana, poi 25.000 una vota al mese, poi 100.000 una volta al mese e adesso sono tornata a 25.000 una volta al mese. Mi sento meglio, ma ancora mi stanco presto. Vorrei stare un po’ meglio. Ho 66 anni. Grazie.

    1. Continui con l’integrazione di vitamina D prescritta dal medico, e tenga sotto controllo i suoi livelli, probabilmente ci saranno altre mancanze a cui bisogna rimediare per ottenere uno stato di salute migliore, ma non ho tutte le informazioni utili che mi servono per poter esserLe più d’aiuto

  5. Gentile collega,
    l’argomento è molto interessante e si presta a tante applicazioni.Vorrei farti questa domanda,se puoi aiutarmi: secondo te,può la vitamina D3 intervenire positivamente riducendo la placca aterosclerotica?
    Se si,non aspetto l’ora di iniziare la terapia.
    Nel ringraziarti e in attesa di risposta porgo,
    cordiali saluti
    Dott. Francesco Caruso

    1. Gentile collega, sicuramente la vitamina D, avendo un ruolo fondamentale nel sistema immunitario ed essendo scientificamente provato che i suoi valori alti siano associati ad una ridotta incidenza di malattia cardiovascolari, possa essere d’aiuto nel frenare la formazione di placche aterosclerotiche. Inoltre prenderei in considerazione l’importanza in quest’ambito della vitamina C e dei cofattori che ne permettono un suo buon assorbimento (prolina, lisina e zinco). Difatti lesioni alle pareti arteriose sono strettamente legate a carenze di questa vitamina e di questi elementi; e a sua volta lesioni al sistema vascolare comportano da parte dell’organismo una maggior produzione di colesterolo (come sistema di difesa per attuare la riparazione dei vasi). Se il danno è molto grande e la quantità di colesterolo è proporzionalmente aumentata i vasi si ostruiscono creando problemi alle coronarie, etc..quindi anche la vitamina C ha un ruolo essenziale.
      Spero di esserLe stata d’aiuto
      Cordiali saluti

  6. Quindi c’è un integrarore meetab che apporti vit D e i suoi co-fattori nelle giuste proporzioni?
    Io sto prendendo 1 vit D3 e 1 MY HEALTH al giorno.
    Va bene?…

    1. L’integratore Meetab più specifico per l’apporto di Vitamina D, Calcio e Magnesio (questi ultimi due, importanti cofattori per l’assimilazione) è il My Calmag. Per darle una risposta sicura riguardante l’integrazione che prende avrei bisogno di più informazioni, sicuramente il My health è un ottimo integratore Multivitaminico completo e ben equilibrato.

  7. Sono molto interessata all’argomento sulla vitamina D in quanto mi e’ stata diagnosticata una carenza, anche se non preoccupante. Da circa 1 anno assumo regolarmente 25 gocce alla settimana di vitamina D, ma sono comunque preoccupata vista l’approssimarsi della menopausa.
    grazie.

    1. la vitamina D è di fondamentale importanza, anche durante la fase della menopausa, quindi il consiglio è di tenerne sempre sotto controllo i livelli, in modo da sapersi muovere con la conseguente integrazione (quindi aumentandone anche i livelli se necessario, sotto consiglio del medico).

  8. Interessante mi piacerebbe ricevere altre notizie di approfondimento

  9. Buon giorno:prendo il calcio in gocce,una volta alla settimana.
    E’ sufficiente?E se associassi una lampada una volta ogni 10 gg?
    Potrebbe aiutarmi?
    Grazie per la risposta

    1. Per capire se è sufficiente bisognerebbe avere un po’ più di dati alla mano, sicuramente fare le lampade abbronzanti se da una parte sono una fonte di vitamina D, dall’altra hanno effetti collaterali d’altro tipo, per cui non tutti ne consigliano l’utilizzo. Piuttosto in presenza di una carenza di vitamina D io prediligerei un buon integratore della sua forma D3 (colecalciferolo) sotto prescrizione medica.

      1. B Buongiorno. Ho 78 anni e 35 anni fa ho subito un’isterectomia totale. Mentre il ginecologo mi consigliava una terapia ormonale, il mio medico di famiglia me la sconsigliava ed io ho seguito quest’ultimo. Oggi ho avuto un paio di crolli vertebrali a cuneo per osteoporosi, e assumo di base 25000 unità al mese e ideos 1 compressa al giorno. Quest’inverno ho fatto 6 iniezioni di Clasteon a distanza di 15 giorni sospendendo Ideos che ho ripreso adesso. Fuori casa mi muovo col bastone perchù mi sento più sicura. Grazie

        1. Buongiorno Graziella, la sua situazione è abbastanza complessa e andrebbe valutata più nello specifico. Per quando riguarda le linee guida generali cosa le interessava domandare?

Lascia un commento

Chiudi il menu