fbpx

Modelli di fitness e bellezza: dai social alla realtà

Modelli di fitness e bellezza: dai social alla realtà

modelli di fitness Parlare di modelli di fitness potrebbe richiedere giorni e giorni di dibattito, soprattutto se vogliamo affrontare l’argomento in rapporto ai modelli di bellezza intesi come mode, trend e business. Io ci proverò in questo piccolo spazio per aprire un confronto grazie alla vostra esperienza e alla vostra opinione. La bellezza è strettamente legata ad aspetti quali il fitness, l’allenamento, la nutrizione e la cosmetica. Partiamo dai canoni che i nuovi media diffondono e cerchiamo di avventurarci in questa riflessione sui modelli di fitness, a partire dal social network della bellezza per eccezione: Instagram.

I modelli di fitness su Instagram

Aprire la home di Instagram in un qualsiasi momento della giornata può diventare davvero fastidioso se ci siamo fatti prendere la mano dai trend del momento e non vediamo l’ora di curiosare tra i post di Belen Rodriguez o Kim Kardashian.

Non sono qui a spiegarvi come e perché taluni personaggi pubblici siano in vetta ai trend di moda e bellezza, anche perché ne è fin troppo pieno il web. Qui vi parlo di un fatto che capita a molti di noi, cioè quello di riscontrare una madornale differenza tra le star della bellezza nostrane confrontate con quelle di oltreoceano. Non è un caso se ho menzionato due bellezze così diverse tra loro ma con qualcosa in comune: l’enorme numero di fan e la loro capacità di influenzare i dettami di moda, bellezza e fitness.

Ecco perché parleremo, molto sinteticamente, di modelli di fitness legati ai trend e al marketing della bellezza, limitandoci ad un confronto tra l’Italia e la cultura USA.

I modelli di fitness e allenamento in Italia

modelli di fitness Molte delle super belle italiane, mostrano con costanza nei loro profili social le sessioni di allenamento, i loro fisici scultorei e i glutei scolpiti. Se prendiamo ad esempio Belen Rodriguez e Elena Santarelli, entrambe mamme e donne di spettacolo dall’aspetto decisamente avvenente, noteremo che le loro gambe sono affusolate e longilinee, i loro fianchi magri e stretti e il loro volto scolpito e scarnato. Alcune star minori, considerate in base al loro numero di followers, seguono lo stesso trend di magrezza e tonicità. Il loro aspetto fisico diventa così un modello di salute e bellezza da seguire, che vende e fa profitto e che influenza il mercato in questo senso. Di conseguenza, il loro appeal diventa un modello da seguire a tutti i costi e ciò che è considerato bello corrisponde a ciò che queste star offrono come bello.

I modelli di fitness e allenamento negli Stati Uniti

modelli di fitness Parallelamente, le star del momento in America appaiono sì bellissime, ma molto differenti rispetto alle bellezze nostrane. Il dettaglio che salta subito all’occhio è senza dubbio il loro sedere.

Rispetto a quello ideale da noi, quello americano appare molto più “grosso” e pronunciato così come i fianchi, decisamente più larghi e “ingrombranti”. Per ottenere un corpo simile, tipo quello di Kim Kardashian e Nicky Minaji, occorre un tipo di allenamento decisamente concentrato sull’aumento del tono muscolare dei glutei e delle cosce, oltre ad una alimentazione ricca di proteine.

La dieta americana segue inoltre tendenze assai differenti ed è caratterizzata da porridge, noci, avocado, olio di cocco ecc.. La nostra tende a seguire l’equilibrio della dieta mediterranea, considerata per l’appunto Patrimonio dell’Umanità.

Modelli di fitness a confronto nel mercato della bellezza

Al di là del traffico commerciale di elisir e creme miracolose è bene tenere a mente che laddove il marketing propone modelli di fitness e di bellezza particolarmente rari o difficili da raggiungere, non dobbiamo sentirci sopraffatte e incapaci di inseguire tali canoni.

Dietro questi corpi c’è un lavoro continuo e costante, fatto di attività fisica, massaggi, alimentazione super controllata e prodotti topici e cosmetici. Inoltre, e questo è bene ricordarlo, non bisogna sottovalutare la potenza del fotoritocco, di cui di recente i media provano a prendere le distanze a seguito di denunce pubbliche e di una presa di coscienza maggiore da parte dei consumatori.

Stando così le cose, le schede di allenamento e le tipologie di esercizi da seguire variano al variare del modello estetico da raggiungere. Per questo è bene chiedersi, prima di intraprendere un percorso di allenamento, qual è il nostro obiettivo di salute e quanta volontà o voglia abbiamo di iniziare per raggiungere un canone estetico cui sogniamo di assomigliare. Il sedere grosso, rispetto a quello magro e stretto, resta pur sempre un sedere. Piacersi è il primo obiettivo, ma non bisogna dimenticare mai il benessere sia fisico che mentale. Se fossimo tutte uguali, stenteremmo a riconoscerci e cesseremmo di essere speciali e uniche. Non dimentichiamolo mai!

Silvia Ciuffetelli
Sport-Addicted

PS: Se ti ha colpito l’articolo o vuoi condividere la tua esperienza, lascia pure un commento qui sotto e dicci cosa ne pensi

Credits: urbangossip, urban post, pensierieparole

Lascia un commento

Chiudi il menu