fbpx

Come possiamo prevenire lo stress?

Come possiamo prevenire lo stress?

Abbiamo visto già bene quali possono essere i campanelli d’allarme che il corpo manifesta quando è sotto stress e come questi possano influire enormemente sulla qualità della nostra vita quotidiana.

Spesso ci ritroviamo con i capelli sfibrati ed indeboliti, in preda a sbalzi d’umore che fatichiamo a sostenere. Lo stress inoltre ci porta ad avere un sonno disturbato che non ci permette di riposare a dovere, mina le nostre capacità digestive e di assimilazione dei nutrienti; infine è la causa di numerosi disturbi “psicosomatici” legati all’aumento dell’infiammazione generale del corpo.

Come possiamo quindi prevenire questa condizione stressogena e cercare di preservare il più possibile la nostra salute?

Scopriamo assieme in che modo è possibile sostenere il fisico in fase di stress o, meglio ancora, come possiamo prevenirlo.

L’importanza delle verdure

Ora penserete “che legame può esserci tra la verdura e lo stress? E come potrebbe mai aiutarci ad essere meno stressati?”
Ebbene la verdura assume un ruolo fondamentale in questi casi, in quanto è in grado di intervenire nel bilanciamento del pH del nostro corpo.

Infatti quando viviamo momenti estremamente stressanti il corpo tende ad essere maggiormente acido (ossia ad avere un pH più basso) e questo può comportare come conseguenza, la difficoltà di digerire alcuni cibi, soprattutto alimenti ricchi di proteine più acide, come ad esempio la carne (nello specifico la carne rossa). Al contrario la verdura possiede una forte proprietà alcalinizzante (che permette al pH di essere più basico, quindi più alto), potendo quindi “tamponare” l’acidità del corpo e favorendo il più possibile le nostre capacità digestive.

Per questo motivo è molto importante, quando stiamo vivendo fasi di forte stress, ma anche quando iniziamo ad avere le prime “avvisaglie”, incrementare l’apporto di verdura nella nostra dieta. Un ulteriore piccolo accorgimento potrebbe essere quello di prediligerla cotta, poiché maggiormente digeribile.

Se lo stress perdura per molto tempo

Rimanendo in tema di cibo e ph, se la fase di stress persiste per molto tempo la sola verdura potrebbe rivelarsi insufficiente nel tamponare l’acidità del corpo, in tal caso sarebbe auspicabile inserire altri alimenti con la stessa funzione e di facile digeribilità, come ad esempio il riso o altri cereali integrali come la quinoa, il farro o il grano saraceno. Anche questi potrebbero intervenire nel contrastare l’acidosi del corpo.

Un enorme potere alcalinizzante lo troviamo anche nel limone, che può quindi essere sfruttato per i condimenti e anche come spremuta alla mattina in po’ di acqua tiepida, ottima abitudine per riequilibrare il giusto pH corporeo.

Conciliamo il sonno

Abbiamo descritto più volte la difficoltà di dormire bene quando siamo sotto stress, non abbiamo ancora parlato però di ciò che potrebbe in queste occasioni favorire un corretto riposo.

Se siamo consapevoli che stiamo andando incontro ad un periodo stressante e di tensione precediamolo abituandoci alla sera a fare un piccolo “rito” semplice, ma prezioso, che aiuti il corpo e la mente a rilassarsi in modo tale da conciliare il sonno. Prepariamoci delle rilassanti tisane o infusi caldi, a base di erbe ed elementi che siano in grado di scaldare il fisico di favorirne il rilassamento (lo stomaco verrà favorito nelle sue ultime fasi digestive, si scatenerà un effetto miorilassante a livello dei principali organi e si favorirà la corretta circolazione del sangue).

Stiamo parlando ad esempio di erbe come la Passiflora, la Melissa, la Valeriana, la Malva, il Biancospino, il tiglio o tante altre ancora.

Se non è sufficiente ci si può aiutare ulteriormente con del magnesio, sciolto in acqua tiepida, anch’esso con un ottimo effetto miorilassante.

L’acqua, elemento indispensabile

Non sottovalutiamo l’importanza dell’acqua anche in questa occasione. Essa risulta infatti un sostegno enorme per il fisico per affrontare al meglio lo stress, permettendoci di mantenere la giusta lucidità e, sembrerà strano, anche le giuste energie. Eh si l’acqua, cofattore di numerosissime reazioni biochimiche all’interno del nostro organismo, favorisce infatti la produzione di energia a livello cellulare.

Dott.ssa Carolina Capriolo
Biologa Nutrizionista

PS: Se ti ha colpito l’articolo o vorresti approfondire l’argomento lascia pure un commento qui sotto e dicci cosa ne pensi

Questo articolo ha un commento

  1. Molto interessante consigli utili. Grazie

Lascia un commento

Chiudi il menu