fbpx

Per quanto bisogna prendere integratori?

Per quanto bisogna prendere integratori?

integratori_metabolomici

Molto spesso la gente confonde gli integratori con i farmaci. Sarà forse perché sono spesso in capsule o compresse per cui le due cose vengono associate, ma non c’è niente di più diverso, come per esempio viene spiegato in questo video che spiega come le vitamine e i farmaci agiscano diversamente sul corpo.

A causa di questa sbagliata associazione tante persone tendono ad assumere integratori solo quando hanno un problema come una carenza energetica ad esempio e poi, quando si sentono meglio, smettono, proprio come si fa con le medicine.

Come detto però le vitamine e gli integratori (di qualità si intende!) hanno un ruolo e una funzione molto diversa che vorremmo chiarire in parole molto semplici: gli integratori sono cibo!

Smetteresti di mangiare?

A parte il digiuno per brevi periodi, è impensabile smettere di mangiare, vero? Ogni giorno facciamo come minimo colazione, pranzo e cena, più eventuali spuntini. Tutti questi pasti ci aiutano ad ingerire carboidrati, grassi e proteine che servono al corpo per avere energia e più in generale per funzionare.
E’ fondamentale nutrirsi bene quindi per dare al corpo quello che necessita.

Il punto fondamentale  è che il cibo di oggi  contiene sempre meno  micronutrienti (vitamine e minerali), per cui è importante integrare con almeno un multivitaminico come spiega anche Harvard nella sua piramide nutrizionale rivista.

Un pasto a metà

Se una mela di oggi contenesse le vitamine che dovrebbe contenere, se una bistecca contenesse le proteine che dovrebbe contenere, se un pesce contenesse gli Omega 3 che dovrebbe contenere ci sarebbe bisogno di assumere integratori? Probabilmente no.

Il punto tuttavia è che oggi ti sembra di mangiare una mela, invece è come se stessi mangiando una cosa che ha la forma di una mela, che contiene qualche cosa della mela, ma a cui mancano tantissime sostanze nutritive. Chiamiamola “Mela Meno“.

Poi mangi una bistecca che ha la forma di una bistecca ma è “vuota”, non ha le proteine che dovrebbe avere. Tu ti riempi la pancia, pensi di aver dato al corpo tante proteine ma in realtà il corpo ne ha ricevute ben poche. Chiamiamola “Bistecca Meno”.

Per completare il pasto mangi un po’ di verdura. La verdura fa bene per cui ne prendi una scodella piena. La mangi e ora sei davvero pieno. Solo che quella verdura è stata raccolta giorni fa, è arrivata nel supermercato solo ora, per cui di sostanze nutritive ne sono rimaste una minima percentuale. Chiamiamola “Verdura Meno“.

Quindi riassumendo hai fatto un bel pasto con una “Bistecca Meno“, della “Verdura Meno” e una “Mela Meno“. Hai assunto dei macronutrienti che ti servivano e un minimo di micronutrienti per cui il tuo corpo ha qualcosa con cui “arrangiarsi” però mancano diverse cose.

Come fare allora?

Hai sostanzialmente due strade, assumendo che in entrambe tu ti nutra correttamente evitando i cibi che sono deleteri per il corpo in ogni caso.

Strada 1:
Vivi fuori dalla città e respiri aria pulita. Hai il tuo orticello biologico dove senza usare pesticidi o sostanze chimiche coltivi la tua frutta e verdura. Magari hai anche qualche animale allevato all’aperto in modo che ti possa fornire uova e carne. Oppure vai da qualche allevatore (e sono pochi) che alleva animali ad erba e prendi pesce pescato nei mari e negli oceani e non allevato. Prendi del buon olio di oliva biologico e tanta frutta secca biologica. In questo modo avresti un’ottima alimentazione e probabilmente il tuo corpo riceverebbe moltissime sostanze nutritive, lasciando stare il depauperamento dei suoli. Il problema è che è molto difficile fare una vita del genere oggi.

Strada 2:
Sono pochi che possono fare quello descritto nella Strada 1 al giorno d’oggi. Realisticamente convivi con il tram tram della vita moderna. Il più possibile mangi cibi biologici e naturali, animali alimentati ad erba oppure se sei vegetariano proteine vegetali non OGM. Anche se ti sforzi di mangiare sano ogni tanto ti trovi a mangiare anche cibi non troppo naturali perché sei in mezzo alla gente. Fai quel che puoi, ma sai che il cibo che mangi è mezzo vuoto per cui ha bisogno di essere un po’ integrato. Almeno un multivitaminico, multiminerale diventa parte della tua routine alimentare. E’ come se il multivitaminico/multiminerale trasformasse le “Mele Meno” e le “Verdure Meno” in Mele e Verdure normali. Integrare il tuo cibo, come dice il nome stesso, è aggiungere cibo.

Per questo motivo, come dice anche Harvard nella sua Piramide Alimentare Rivista, il multivitaminico è da considerare come parte dell’alimentazione e come tale va mantenuto.

Conclusioni

Abbiamo voluto cambiare un po’ il punto di vista ed esprimere in altre parole il concetto che l’integratore (di qualità) è una parte del tuo cibo. Le referenze di quanto detto sono ai link inseriti all’interno dell’articolo, ormai è un dato di fatto che il cibo è povero di micronutrienti. Di sicuro l’Integratore non è un sostitutivo dei pasti, non si può vivere mangiando solo integratori. E’ fondamentale nutrirsi bene. Tuttavia, come abbiamo visto, al giorno d’oggi non è sufficiente, per cui è bene affiancare costantemente un buon multivitaminico/multiminerale di qualità.

Dott.ssa Francesca Marcon
Biologa Nutrizionista

PS: Cosa ne pensi? Sei d’accordo con questo articolo? Condividi la tua opinione nei commenti qui sotto.

Questo articolo ha 10 commenti.

  1. Buongiorno mi è arrivato il MY SHAPE e mi dice che dovrei assumere 4 al giorno dopo i pasti ma vorrei sapere se ne devo prendere 2 a pranzo e due a cena o tutte ª pranzo grazie

    1. Buongiorno,

      Se è seguito da un medico o un professionista della salute faccia cortesemente riferimento alle sue indicazioni.
      Se invece ha acquistato il prodotto autonomamente allora può benissimo suddividerle tra i pasti.
      Per esempio due dopo colazione e due dopo cena, o simili combinazioni.

  2. salve, sono una ragazza di 14 anni e sono sotto peso, mangio veramente poco e spesso mi ritrovo senza energie… vorrei assumere sia le vitamine necessarie ma anche qualcosa per tirarmi su. cosa mi consiglia??

    ps: se possibile con 0kcal

    1. Buonasera Alice,
      può prendere per iniziare un buon multivitaminico completo, dei sali minerali (mi raccomando che non contengano zuccheri) e per migliorare ulteriormente le energie, degli aminoacidi in forma libera. In questo modo riesce a migliorare l’apporto di vitamine del complesso B, gli aminoacidi e i sali minerali, tutti e tre essenziali protagonisti per favorire la produzione di energia.

  3. Buonasera ma pur non avendo nessun tipo di calo vitaminico si possono assumere integratori?o potrebbero portare problemi?

    1. Buongiorno Marianna,
      Non c’è nessun problema a fare una corretta e ben bilanciata integrazione, anche senza nessuna patologia specifica. In primo luogo infatti comunque avere dei corretti livelli di tutti i numerosi nutrienti è veramente poco probabile, solo attraverso l’alimentazione; secondariamente possono rivelarsi preziosi per migliorare le prestazioni fisiche, la capacità a concentrarsi o risolvere temporanei periodi di forte stress. Riassumendo non c’è nessuna controindicazione.

  4. Salve,io sono intollerante alle proteine del latte e sensibile al glutine.mangio frutta e verdura perché dovrebbero contenere sali minerali e vitamine ma avendo il colon irritabile ho sempre l’ addome gonfio e spesso ho episodi di diarrea.avrebbe senso assumere integratori e diminuire frutta e verdura oppure questo andrebbe a ridurre troppo l’ introito di fibre,indispensabili per un buon funzionamento intestinale?grazie.Ale

    1. Buonasera Alessandra,
      Per quanto riguarda la sua condizione fisica un’integrazione aggiuntiva sarebbe altamente consigliata per migliorare la flora batterica intestinale, la capacità di assorbimento dei nutrienti a livello appunto di intestino e anche di stomaco.
      Io agire in questo modo: inserirei un multivitaminico, un probiotico principalmente e prediligerei la verdura cotta, di più facile digestione. Soprattutto la verdura non va eliminata dall’alimentazione, anche in piccole quantità, ma è preferibile ci sia ad ogni pasto. La frutta invece in questo periodo potrebbe tranquillamente diminuirla per ora.

  5. Buonasera dottoressa, io sono d’accordo al 100% con il suo articolo,al giorno d’oggi sono venute alla luce tantissimi problemi, intolleranze,malattie incurabili, fastidi vari, che non hanno una spiegazione logica ma per me ne hanno.
    Io alterno un’alimentazione vegana a quella mediterranea sempre cercando prodotti bio, ma il mio corpo purtroppo brucia in maniera esagerata il magnesio, per stress,e problemi fisici, quindi è 1 anno che integro il magnesio è sto molto meglio,con l’alimentazione non riuscirei mai ad avere la stessa quantità, anche perché devo stare attenta anche al colesterolo e ai trigliceridi,quindi non posso assumere nella quantità giusta tutti gli alimenti che lo contengono.
    Però,io mi chiedevo posso assumerlo a vita?
    Assumendolo ho meno stress, meno contratture e tanti altri benefici! Grazie per la sua attenzione e buona serata.

    1. Buongiorno Maria,
      Assolutamente si, non c’è nessuna controindicazione ad assumere il magnesio ogni giorno. E come ha detto bene lei, è prezioso per moltissime funzioni tra cui il rilassamento muscolare, la gestione dello stress e anche dell’ipertensione. Cordiali Saluti

Lascia un commento

Chiudi il menu