Lo snorkeling come alternativa all’ozio in vacanza

Lo snorkeling come alternativa all’ozio in vacanza

snorkelingSnorkeling, mare e passione! No, non vi scrivo in diretta da una spiaggia paradisiaca sorseggiando un frullato di frutta fresca.

Il solo pensiero dell’acqua di mare, del sale sulla sabbia e dei fondali marini mi fa venire una enorme voglia di fuga dalla città. Purtroppo però, devo restare con i piedi per terra e l’unico modo che ho per farlo è provare a immaginare con voi i colori, le sensazioni e gli odori del mare parlandovi di un’attività alternativa da praticare in località marittime se ne abbiamo abbastanza di racchettoni e balli di gruppo.

Lo snorkeling è un’attività divertente che può piacere anche a chi non pratica regolarmente sport. Si tratta di nuoto in superficie tramite un aeratore, meglio noto come boccaglio. La considero piuttosto come un’attività di scoperta, durante la quale potrete ammirare i fondali marini e le meraviglie celate sotto il manto blu-verdeggiante dell’acqua. Per praticare snorkeling esiste un equipaggiamento di cui non potete fare a meno, tra cui figura la sicurezza. Prima però vediamo di capire meglio di cosa stiamo parlando.

Perché praticare snorkeling?

snorkelingNuotare in superficie, oltre ad essere davvero rilassante e piacevole, è un’esperienza molto utile a familiarizzare con l’acqua e con gli esseri che vivono al suo interno. Se l’idea di fare un bagno in mare vi terrorizza al solo contatto del piede con un’alga marina, fare snorkeling potrà alleviare i timori e farvi trarre godimento dalla leggerezza dell’acqua e dalle meraviglie dei fondali. Io la consiglio come attività alternativa allo stare in panciolle durante una vacanza al mare.

Non che non dobbiate rilassarvi o riposarvi, anzi! Tra un lettino e una crema solare, aggiungere una sessione di snorkeling renderà il vostro soggiorno speciale e, perché no, indimenticabile. Chiaramente non tutte le località marittime sono indicate per praticare questa attività, quindi se siete intenzionati dovreste informarvi prima di partire sull’esistenza di guide marine o corsi organizzati.

Cosa occorre per praticare snorkeling?

SnorkelingL’equipaggiamento non è affatto complesso o costoso, perché per praticare snorkeling bastano un boccaglio, una maschera e una muta. In commercio si trovano tantissime varietà di accessori low cost, se non volete fare un investimento economico troppo importante per il livello da principianti. La maschera e lo snorker, cioè il boccaglio, servono per consentirvi di respirare senza alzare il capo dall’acqua e ammirare l’ambiente marino. La muta serve per isolare la pelle da una eccessiva esposizione ai raggi solari e all’acqua ma anche per difendervi da esseri marini urticanti come le meduse e il plancton.

Raccomandazioni per praticare snorkeling in sicurezza e rispetto

snorkeling e barriera corallinaSe siete nuotatori provetti, questo non significa che siete al di sopra delle norme di sicurezza e di rispetto dell’ambiente marino con cui andrete a familiarizzare. Di norma è bene affidarsi ad una guida e non andare mai da soli se si è alle prime armi. La guida potrà sicuramente mostrarvi i “siti” migliori e accompagnare la visita a spiegazioni di ciò che incontrerete. Dovrete inoltre avere rispetto dell’ambiente imparando a muovervi con attenzione e cautela per non rischiare di danneggiare l’ambiente, come le barriere coralline, oppure per non risultare sgraditi agli esseri che vivono e nuotano tranquilli nel loro habitat. Provateci e fatemi sapere la vostra esperienza!

 

Silvia Ciuffetelli
Sport-Addicted

PS: Se ti ha colpito l’articolo o vuoi condividere la tua esperienza, lascia pure un commento qui sotto e dicci cosa ne pensi

 

 

Lascia un commento

Chiudi il menu