Vitamina E: un ottimo antiossidante

Vitamina E: un ottimo antiossidante

Anche detta tocoferolo, appartiene alla classe delle vitamine liposolubili, ossia quel gruppo di vitamine solubili nei grassi e negli oli, che vengono assorbite a livello dell’intestino crasso e immagazzinate nel fegato grazie all’azione dei sali biliari.

Perché è così importante?

La principale funzione della vitamina E è quella di essere un importantissimo antiossidante naturale. antioxidants1Infatti essa esercita un potere estremamente protettivo nel nostro corpo per combattere i radicali liberi, ossia quei composti che provocano numerosi danni ai tessuti e che sono la causa principale dell’invecchiamento cellulare.
Con quest’azione antiossidante e migliorando anche la circolazione sanguigna riesce ad essere un’importante protezione contro le malattie coronariche e contro lo sviluppo di tumori.

Quali sono i livelli di tossicità?

La vitamina E essendo utilizzata spesso come integratore per prevenire processi patologici, nei quali sono implicati i radicali liberi, si è voluto accertarne la sicurezza nei livelli di assunzione: il livello giornaliero oltre il quale alcune persone hanno presentato dei disturbi a livello intestinale è di 2000mg/die.
Questa vitamina non sembra creare problemi di tossicità anche se è dimostrato che dosi elevate di tocoferolo potrebbero andare ad interferire con l’attività di altre vitamine liposolubili, poiché ne limitano l’assorbimento (ad esempio della vitamina A, o retinolo).
Come anticipato la vitamina E viene sfruttata come integratore e può essere ottenuta sia tramite estrazione da fonti naturali sia per sintesi chimica, e nel primo caso la sua azione risulta maggiore.

Alimenti ricchi di vitamina E

Visto che ha delle proprietà fondamentali per il nostro organismo vediamo assieme quali possono essere quei cibi che la contengono in elevate quantità. Per lo più sono alimenti di origine vegetale:

i semi , e di conseguenze gli oli da essi derivati (tra i quali l’olio di germe di grano, olio di girasole, di mais) tenendo presente che i vari processi di raffinazione degli oli comportano una consistente perdita in contenuto vitaminico;
la frutta secca, come le mandorle, le noci, le noci Pacan, i pistacchi, etc., sono una buonafrutta secca1 fonte di vitamina E, anche in questo caso preferibilmente non tostata;
• anche le verdure verdi, ad esempio gli spinaci, gli asparagi, i broccoli e le cime di rapa;
le olive e di conseguenza anche l’olio di oliva;
• tra le erbe aromatiche troviamo il basilico.

Poi ci sono altri cibi ricchi di vitamina E, di origine animale:

il tuorlo d’uovo;
• il latte;
• alcuni pesci come il salmone

Curiosità..

La vitamina E viene anche spesso utilizzata come ingrediente attivo nei cosmetici sempre per contrastare l’azione dei radicali liberi e l’invecchiamento cellulare sulla pelle. In questo ambito, perché possa funzionare al meglio e si degradi meno facilmente, viene sfruttata nelle sue forme più stabili che possiedono una buona tollerabilità sulla nostra pelle.

Questo composto quindi per i diversi aspetti che abbiamo visto finora risulta essere un micronutriente fondamentale per il benessere del nostro organismo e non va sottovalutato. Di conseguenza il suo apporto deve essere sufficiente per svolgere appieno le sue funzioni.

Dott.ssa Carolina Capriolo
Biologa Nutrizionista

PS: Se ti ha colpito l’articolo o vorresti approfondire l’argomento lascia pure un commento qui sotto e dicci cosa ne pensi

Questo articolo ha 5 commenti.

  1. Articolo interessantissimo, grazie infinite.

  2. Salve,
    sono curiosa è molto interessata agli argomenti da voi trattati e quindi mi piacerebbe approfondirli.
    Sto cercando un prodotto antiossidante che idrati e dai più tono alla mia pelle
    Sono ipotiridea e quindi la mia pelle tende ad essere secca …bevo circa due litri, anche più, di acqua, ma non basta…cosa mi consiglia?
    La ringrazio

    1. Buongiorno Stefania,
      Per non far confusione le dico che un prodotto antiossidante non aiuta ad idratare o a tonificare la pelle ma a rallentarne l’invecchiamento, per idratare la pelle può aiutare la vitamina C, poiché agevola la sintesi di collagene che dà tono alla pelle.

  3. il vostro comunicato è ottimo, io ogni mattina prendo i
    semi di lino macinati con lo yogurt e mandorle.
    ùcordiali saluti

    1. Consumo regolarmente yogurt, olio d oliva, uova e molta verdura. Credo di essere a posto. Mentre ho bassa la vit. D.

Lascia un commento

Chiudi il menu