La piramide alimentare rivista

Nel 1992 il Ministero dell’Agricoltura statunitense ha creato una piramide alimentare che per molto tempo è stata il punto di riferimento per il mangiar sano. Questa rappresentazione mostrava alla base gli alimenti che si dovevano consumare più frequentemente e via via verso la cima i cibi invece da mangiar con accortezza.

Concetto bello, tuttavia in quella piramide c’erano molte informazioni che oggi sappiamo essere errate. Per esempio alla base della piramide alimentare c’erano i cereali, pasta, pane e riso bianchi, che poi sono diventati la base dell’alimentazione moderna.

 

La piramide alimentare rivista da Harvard

Nel 2005 la scuola di Medicina di Harvard ha rivisto la piramide e riadattata alle nuove conoscenze, ribaltando diverse cose e indicando cosa si dovrebbe mangiare per avere una dieta sana ed equilibrata.

harvardpyramid ITA000

Alla base troviamo l’esercizio fisico e il controllo del peso. Non sono certo alimenti, ma il loro inserimento nella piramide ne testimonia l’importanza, soprattutto di questi tempi in cui la gente si muove troppo poco. Poi abbiamo frutta, verdura, grassi buoni (come l’olio d’oliva ad esempio) e cerali integrali che costituiscono la base dell’alimentazione. Importanti sono anche le noci, i legumi, il pesce, le uova e la carne di pollame (o il tofu per i vegetariani come fonte proteica).

Sono da consumare meno di frequente invece carni rosse alimentate (che non sono alimentate ad erba), cereali o alimenti raffinati.

Da notare invece come sia stato inserito anche un multivitaminico a testimoniare la necessità di integrare i giusti nutrienti che al giorno d’oggi si fatica ad assumere totalmente dal cibo.

 

Principi base su come alimentarsi

La piramide stessa non è troppo rigida, sarebbe difficile infatti privarsi di tutti gli alimenti industriali di oggi, anche se è molto consigliabile e chi ha la volontà e la costanza di farlo otterrà dei grossi benefici. Tuttavia anche senza essere troppo estremisti si possono seguire dei principi validi e salutari:

1) Alimenti non trattati. Sono da preferire gli alimenti non raffinati, non lavorati, significa quegli alimenti vicini alla loro forma naturale come frutta e verdura, carne, pesce, uova, noci, semi, fagioli, ecc.

quanto_mangiare

2) Trova buone fonti di proteine. Le proteine sono fondamentali per il corpo umano, invece vengono erroneamente spesso accusate falsamente come la cause di tutti i mali. Bisogna però riconoscere le proteine migliori come le carni di pollo allevato a terra, le uova biologiche, le carni rosse alimentate ad erba, il pesce non d’allevamento possibilmente o le proteine vegetali come il tofu o la soia per i vegetariani (stando attenti che non siano OGM).

3) Scegli carboidrati buoni. I carboidrati sono una delle fonti di energia per il corpo ma ce ne sono di buoni o di dannosi. Evita cereali raffinati, farine bianche e zuccheri. Prediligi cereali integrali, kamut, farro, ma soprattutto frutta e tanta verdura.

4) Mangia grassi buoni. Spesso demonizzati (per colpa dei grassi trans come i fritti, i fast food, ecc), i grassi buoni sono fondamentali per il corpo, aiutano ad tenere sotto controllo il colesterolo e a prevenire problemi cardiaci. I grassi buoni sono ad esempio le noci, la mandorle, le noci di macadamia, l’olio d’oliva crudo, l’avocado, si trovano nel pesce.

5) Integra con un multivitaminico. Il corpo ha bisogno di micronutrienti per funzionare al massimo (vitamine, sali minerali, aminoacidi). L’alimentazione moderna difficilmente è in grado di fornire le quantità sufficienti di micronutrienti al corpo per cui anche Harvard consiglia l’integrazione di un multivitaminico al giorno.

 

Conclusioni

Con un po’ di buon senso e fantasia, anche guardando su internet si trovano tantissime ricette facili e gustose utilizzando alimenti sani. Per chi prende a cuore l’argomento alimentazione capendo che è una parte fondamentale per la nostra salute e quella della nostra famiglia, noterà dei cambiamenti straordinari cominciando a fare più attenzione a cosa si mangia seguendo questi principi dettati dalla piramide alimentare di Harvard.

Alla tua salute,
Francesca Marcon, Biologa

PS: Se pensi che questo articolo potrebbe essere utile ad altre persone condividilo nel tuo social network preferito, aiutaci a diffondere questi dati così importanti per la salute. Lascia anche un commento se vuoi, è molto utile per noi sapere se c’è qualcosa che ti ha dato qualche spunto utile e se ci sono degli aspetti che desideri approfondire.

 

____________________

Fonte:
Harvard School of Public Health: http://www.hsph.harvard.edu/nutritionsource/pyramid-full-story/


8 comments on “La piramide alimentare rivista
  1. Meetab Academy scrive:

    Ciao Pierangelo,

    Quello che ti ha detto la nutrizionista metabolomica è corretto perché in effetti il Tofu e tutta la soia hanno il problema che sono quasi tutti OGM (geneticamente modificati) per cui lontani dalla loro forma naturale. Harvard nella piramide ha voluto dare delle linee guida e in questa occasione non è andata così nello specifico sui singoli alimenti.

    Per quanto riguarda le indicazioni che ti ha dato parlane con la tua nutrizionista se c’è qualcosa che vuoi aggiustare, sicuramente saprà come consigliarti, se è una nutrizionista metabolomica sei in buonissime mani.

  2. Pierangelo scrive:

    Salve! una nutrizionista metabolomica mi ha vivamente sconsigliato il tofu e tutta la soia perché dagli studi risulta che alcune sostanze al suo interno impediscono la comunicazione tra le cellule, Harvard non è d’accordo?!
    Mi hanno dato una dieta super carnivora e quintuplicato i grassi oltre a 4 perle al dì di omega 3-6-9 MB e dopo 4 mesi non ho ancora un filo di grasso sotto cute.. Brrrrr ho sempre freddo!

  3. Rosida scrive:

    I vostri articoli sono sempre molto interessanti e soprattutto utili!Cosa mi consigliate d prendere x perdere peso? Dopo la gravidanza non ho + perso i kg che ho preso e nonostante sia attenta all’alimentazione nn riescono a scendere neppure di un grammo, è cm se il mio metabolismo si fosse addormentato (prima mangiavo di più ma facevo molto sport ed ero in formissima)…anke la pelle non è licia cm prima… mi manca quello stato di benessere! Help me!!!

    • Meetab Academy scrive:

      Ciao Rosida,

      Grazie per i complimenti! Troverai sicuramente altri articoli su questo argomento nel blog, continua a seguirci.

      Per quanto riguarda la tua domanda, prova a dare un’occhiata agli integratori che abbiamo creato per l’area Dieta e Peso: http://www.meetab.it/2-22-3-22.html

  4. Elisabetta scrive:

    E’ proprio interessante questo articolo riguardante la piramide alimentare. Sfortunatamente la vecchia piramide resta ben salda nelle abitudini delle persone, basta solo vedere le confezioni di riso o pasta su cui a volte viene riportata. Grazie per diffondere queste nuova visione sull’alimentazione e sul viver sano. Gli articoli sono interessantissimi e fan venire voglia di approfondire e di migliorare le proprie abitudini.

    • Meetab Academy scrive:

      Ciao Elisabetta,

      Che bello! Se con questi articoli riusciamo a migliorare almeno un pochino le tue abitudini alimentari e a farti stare più in salute avremo raggiunto il nostro scopo!

      Aiutaci a diffondere queste informazioni se ti sono piaciute se ti va, magari condividendo questo articolo sui Social 😉

  5. Massimo scrive:

    ciao buon giorno,ma questo oggetto dopo mangiato lo prendo pelicola o piu tardi?serve x bruccia grasi o muscolo? grazie x informazioni, ciao a presto

    • Meetab Academy scrive:

      Ciao Massimo,

      Non abbiamo tanto bene capito il tuo commento. Intendi dire se una compressa dell’integratore è da prendere dopo mangiato? Sì è meglio prendere gli integratori (quasi tutti, dopo mangiato), c’è comunque scritto sull’etichetta le modalità d’uso. Per quanto riguarda la domanda sul fatto che brucia grassi o muscolo ti consigliamo di approfondire gli altri articoli che trovi su questo sito nella sezione “Dieta e Aimentazione”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Scopri la tua condizione

Integratore per dimagrire

Seguici su Facebook