fbpx

Le bufale del fitness sono pericolose

Le bufale del fitness sono pericolose

le bufale del fitness

Le bufale del fitness sono leggende dure a morire.

Non so chi abbia messo in giro certe voci. Né chi sia stato il primo a far circolare certe leggende. Fatto è che nel fitness dilagano numerose dicerie al limite dell’assurdo e che molte persone continuano a credere come assolutamente vere. In questo post, un po’ ironico, parleremo appunto delle credenze più dannose e pericolose del fitness.

Per un allenamento super efficace, bisogna essere a stomaco vuoto.

Tra le bufale del fitness, questa è quella che preferisco perché ha un fondo di verità che stenta ad emergere. Si tratta di una mezza verità, che vale per le persone già allenate.

In realtà è vero che un allenamento a digiuno abbia dei benefici sul metabolismo e che stimoli un maggiore utilizzo di grassi, ma questa è un’affermazione da contestualizzare. In realtà questo vale per la mattina, quando dopo il digiuno notturno, le nostre scorte di glicogeno sono basse. Se non siamo sufficientemente preparati, rischiamo una crisi ipoglicemica caratterizzata da desiderio smodato di mangiare, mal di testa e vertigini, tremore o agitazione e sudorazione fredda.

Il riscaldamento lo stretching non servono a nulla

le bufale del fitnessNon so quali siano le ragioni per cui si tenda sempre ad evitare il riscaldamento, ma anche lo stiramento finale.

Probabilmente è considerato noioso, oppure una perdita di tempo inutile. Avete mai visto quelle persone che saltano la parte iniziale o finale dell’allenamento? Quelle che, dopo lo spinning, fermano le gambe e vanno via?

Ecco, quelle persone, il mio caro istruttore, non le faceva più entrare alle sue lezioni. Diceva sempre che per lui non erano “veri” amanti dello sport, semmai turisti delle palestre.

Riscaldarsi e stirarsi è il 50% di un buon allenamento fatto a dovere. E la miglior medicina per non svegliarci il giorno dopo con i dolori da acido lattico e per non incappare in stiramenti e lesioni muscolari.

Il volume alto della musica fa bruciare più calorie

Il ragionamento dietro questa assurdità sarebbe più o meno corretto, se non fosse che così posto, è sbagliato di principio. La musica, se coinvolgente, può davvero incrementare i livelli di rendimento di un allenamento. Tuttavia il volume troppo alto nelle cuffie danneggia irreversibilmente l’udito, compromettendo i nostri timpani e la nostra salute. In ogni caso, possiamo allenarci anche senza musica. Non serve saltare l’allenamento se abbiamo dimenticato il lettore a casa.

La sauna dopo l’allenamento fa bruciare più calorie

le bufale del fitnessPosto che sia davvero sbagliato contare ossessivamente le calorie, cosa fa pensare che starsene seduti in panciolle possa far bruciare grassi o calorie?

Da quando le palestre sono diventate Villaggi Fitness con i migliori confort, accade spesso di sentire questa sciocchezza tra gli spogliatoi.

In realtà la sauna può probabilmente migliorare il recupero muscolare e sembrerebbe ridurre le quantità di acido lattico. Non fa dimagrire, ci fa solamente perdere molti liquidi.

Queste sono solo alcune delle più assurde tra le bufale del fitness che ho sentito circolare frequentando palestre e palazzetti. Ovviamente né esistono tantissime altre, però mi piacerebbe sentire da voi quali sono le assurdità che avete sentito circolare sul fitness o le vostre curiosità su dicerie e credenze di cui nutrite qualche dubbio. Pronti?

Silvia Ciuffetelli
Sport-Addicted

PS: Se ti ha colpito l’articolo o vorresti approfondire l’argomento lascia pure un commento qui sotto e dicci cosa ne pensi

Lascia un commento

Chiudi il menu